Caso Yara Gambirasio: inizia il processo a carico di Massimo Bossetti

bossetti yara processo

yara bossetti processo

Avrà inizio stamattina alle 8 nelle aule del Tribunale di Bergamo il processo a carico di Massimo Bossetti, unico imputato del caso Yara Gambirasio. Il dibattimento, così come richiesto dal muratore di Mapello, avrà luogo a porte chiuse: l’ingresso al palazzo di giustizia infatti stamattina è precluso alla stampa e a tutti coloro i quali non siano muniti dell’apposito pass.

Nell’aula in cui Massimo Giuseppe Bossetti dovrà difendersi, ancora una volta, dall’accusa di aver ucciso la ragazzina di Brembate di Sopra, troveranno posto 90 persone. La piccola atleta, 13 anni al momento della morte, venne rapita la sera del 26 novembre del 2010 mentre dalla palestra tornava a casa. Il suo cadavere fu trovato, del tutto casualmente, pochi mesi dopo in un campo incolto vicino ad una discoteca di Chignolo d’Isola.

Dall’autopsia si è accertato che la ragazzina è morta di freddo e stenti dopo che il suo aggressore l’ha ripetutamente accoltellata. E’ tuttavia ancora poco chiaro se il movente dell’omicidio sia da ricercare in un tentativo di violenza finito male (sugli slip della bambina erano presenti tracce di DNA maschile).

Il 16 giugno del 2014 le indagini, degne di un film americano (campionatura a tappeto delle tracce genetiche degli abitanti di Bergamo, ricostruzioni di tradimenti avvenuti decenni addietro, ecc.) portarono a Massimo Bossetti. Il suo DNA ed il suo sangue corrispondevano con le tracce biologiche rinvenute sul cadavere di Yara Gambirasio.

Massimo Bossetti si è sempre dichiarato innocente, ma, in diverse occasioni, ha mostrato di conoscere la vera identità dell’assassino di Brembate. In molti comunque l’hanno già inchiodato perché il DNA non mente.

Quello di oggi sarà un maxi processo in cui saranno chiamate a testimoniare centinaia di persone. Chissà se alla fine di quello che si annuncia sin da ora un lunghissimo dibattimento, la piccola Yara Gambirasio potrà finalmente ottenere giustizia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here