Crisi in Grecia: Alexis Tsipras impone controlli sui capitali, mentre le banche e i mercati rimangono chiusi

Crisi in Grecia: Alexis Tsipras impone controlli sui capitali, mentre le banche e i mercati rimangono chiusi

Le banche della Grecia rimarranno chiuse oggi, nel tentativo di impedire ai clienti di revocare i loro risparmi e di causare il collasso del sistema finanziario già fragile del Paese.

Un assalto alle banche è stato visto come praticamente inevitabile dopo i drammatici eventi del fine settimana, quando Alexis Tsipras, il primo ministro greco, ha fatto infuriare i negoziatori europei dichiarando che avrebbe messo le ultime proposte di salvataggio in un referendum. I greci erano in fila ai bancomat ieri dopo un fine settimana di ritiro frenetici.

Fino alla dichiarazione di Tsipras nelle prime ore di sabato mattina, era stato ampiamente previsto che il governo greco avrebbe accettato i termini dell’offerta europea. Ma Tsipras ha scelto di girare cinque anni di negoziati e mettere il piano di salvataggio per le persone, dichiarando che l’offerta da parte dei creditori del suo Paese è un “ricatto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here