La Grecia indebolisce i mercati europei, borse in calo a Tokyo

borsa grecia calo

Il no della Grecia alle politiche dell’austerity, comincia a ripercuotersi sulle economie mondiali. L’attuale situazione politica dell’U.E. infatti non soltanto ha indebolito i mercati europei, ma ha determinato il calo delle borse anche in Oriente, soprattutto a Tokyo.

I nipponici hanno dovuto assistere con sgomento al crollo dell’indice Nikkei, stabilizzatosi ieri sui 20.112,12 punti, ossia sul 2,08% in meno rispetto alle quotazioni d’apertura. Tuttavia, proprio le decisioni maturate dalla Grecia nel corso di queste ultime ore, hanno fatto sì che lo yen sia diventato, almeno per il momento, una moneta più forte e sicuramente più stabile rispetto all’euro e persino al dollaro. Anche le borse di Seul e Pechino hanno chiuso in netto ribasso.

L’impatto che l’eventuale allontanamento della Grecia dall’Eurozona potrebbe avere sul Giappone, almeno a parere di alcuni analisti, dovrebbe comunque rimanere abbastanza limitato. Tra le aziende che, a sorpresa, hanno perso più punti percentuali va segnalata la Toshiba. Il mercato giapponese al momento trae ottimi auspici dall’esportazione di vetture prodotte nel paese del sol levante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here