Guerra tra Israele e Palestina: muore arso vivo bimbo di un anno

israele palestina incendio

La guerra tra Israele e Palestina, per quanto ufficialmente conclusa, in realtà prosegue in maniera più o meno sotterranea e con atti spesso eclatanti. L’ultimo di questi, purtroppo, è costato la vita ad un bambino di un anno e mezzo.

L’atroce delitto è avvenuto nel villaggio di Nablus dove nel corso delle ultime ore è scoppiato un incendio doloso. Sono state soltanto due le abitazioni avvolte dalle fiamme: in una di queste, fortunatamente, al momento dell’incendio non c’era nessuno. Nell’altra invece era presente un’intera famiglia. I genitori, notate le fiamme, hanno subito fatto avanti e indietro più volte per trarre in salvo i loro figli; purtroppo però il più piccolo di questi non è stato salvato in tempo. I superstiti, tutti gravemente ustionati, sono stati subito ricoverati in ospedale.

Una volta sedate le fiamme, sui muri delle case i soccorritori hanno potuto leggere in ebraico le parole “Vendetta” e “Viva il Messia“. Secondo le prime interpretazioni, l’incendio doloso potrebbe rappresentare una ritorsione per l’esecuzione di un colono israeliano. A sedare gli animi poi non contribuisce di certo la proclamazione da parte di Hamas della “Giornata di collera“, che proprio oggi ricorderà gli strani incidenti occorsi la scorsa domenica nei pressi della Spianata delle Moschee.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here