Il Fondo Monetario Internazionale dirà no al piano di salvataggio Greco

Fondo Monetario Internazionale

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) non aderirà al piano di salvataggio concordato tra creditori e Governo Greco per risolvere la crisi del Paese. Questa è l’indiscrezione pubblicata dal Financial Times, venuto in possesso di un dossier di tre pagine in cui si parla delle ragioni per cui la FMI non è convinta delle trattative.

Il debito greco, sostiene il FMI, arriverà al 200% nei prossimi due anni, raggiungendo un aumento di oltre il 73% rispetto all’inizio della crisi. Occorrerà quindi, secondo il FMI, un piano di aiuti molto più forte di quello concordato per far scendere tale debito e permettere alla Grecia di tornare a respirare.

Nel dossier il FMI, che da regolamento non può direttamente intervenire nei salvataggi, si limita a fare delle proposte ai creditori europei, come quella di concedere 30 anni di tempo alla Grecia per restituire il debito, e permettere al Governo di dedicarsi prima alla ripresa interna, invece di continuare a spremere la popolazione già esasperata per pagare delle rate inutili che stanno continuando a far aumentare il debito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here