Kabul, faida interna nel gruppo talebano: morte sospetta del figlio del Mullah Omar

mullah omar akhtar

La morte, prima presunta e poi accertata, del Mullah Omar sta producendo non poche spaccature all’interno del movimento talebano. Si inserisce in questo contesto il presunto assassinio del figlio dell’ex guida spirituale; il Mullah Akub.

Il ragazzo, ancora ventiduenne, riteneva di dover prendere il posto del padre Omar alla guida del popolo talebano. Il giovane, morto lo scorso giovedì, sarebbe vittima secondo alcune fonti ufficiali dei sostenitori del nuovo leader degli studenti coranici, l’autoproclamato Mullah Akhtar Mansour. Sebbene i talebani non accettino di addossare la responsabilità per quanto accaduto al loro nuovo capo, pare che nelle ultime ore si siano già registrati tre diversi focolai di ribellione all’interno della fazione.

D’altro canto la famiglia del Mullah Omar e del Mullah Akub si è al momento categoricamente rifiutata di seguire la prassi e giurare quindi fedeltà al nuovo leader talebano. Ciò perché, lo spiega chiaramente uno dei famigliari, non si può pretendere abnegazione se si occupa una simile carica per autoproclamazione.

Benché ufficialmente si sostenga il contrario, pare quindi più che evidente che i talebani al momento vivono una fase di rottura interna. Intanto in Afghanistan, pericolo nel pericolo, sembrano affermarsi con sempre maggior vigore l’Isis ed i gruppi di fondamentalisti islamici affini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here