Mattarella al Parlamento Europeo: “Non sbarriamo le frontiere”

sergio mattarella strasburgo

Non sbarriamo le frontiere“, ha affermato Mattarella davanti al Parlamento Europeo

Il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella è intervenuto davanti al Parlamento Europeo riunito a Strasburgo e ha iniziato il suo discorso con testuali parole:

“Stiamo cercando tutti insieme di affrontare il dolore delle famiglie, il senso di angoscia e di insicurezza delle nostre comunità”. “E’ necessario che l’Europa nel suo complesso aggiorni le proprie regole per fronteggiare un fenomeno che è diverso, per natura ed entità, rispetto al momento in cui le regole sull’asilo furono scritte. Gli accordi di Dublino fotografano un passato che non c’è più. Per questo sono superati: superati dalla realtà che è un giudice inflessibile”.

Mattarella ha poi proseguito dicendo: “(…) solo chi non vuol vedere può fingere di non sapere da dove viene la dolorosa carovana di persone che risale l’Africa e il Medio Oriente verso l’Europa. Ripetono la tragedia degli ebrei in fuga dal nazismo; delle centinaia di migliaia di prigionieri di guerra che vagavano in Europa, all’indomani della Seconda Guerra Mondiale, alla ricerca di focolari andati distrutti, dei profughi le cui case e comunità all’improvviso erano entrate a far parte di un altro Paese”.

Secondo il Presidente Mattarella “l’esigenza è quella di definire nuove regole improntate su principi di umanità e sicurezza, di solidarietà e responsabilità, e comunque adeguate alla realtà che abbiamo di fronte”.
Mattarella è contro chi punta a soluzioni facili che non risolvono i problemi dell’immigrazione “sbarrando le frontiere ai profughi sia interne che esterne” e sottolinea: “Il mondo ha bisogno dell’Europa e ha bisogno di un’Europa unita“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here