Studentessa violentata su un treno: arrestato stupratore

violenza treno arresto

E’ stato arrestato in queste ultime ore un venditore ambulante di origini senegalesi che, salito sul treno che collega Livorno a Pisa, ha aggredito e violentato un’altra passeggera: una studentessa di appena 20 anni.

L’uomo, giovanissimo, aveva con sé un carico di merce contraffatta; salito sul treno ha quindi cercato una carrozza “sicura”. Percorrendo i vagoni ha adocchiato la sua giovane vittima: la studentessa occupava da sola l’intera carrozza. Attratto dalla donna, abbandona a terra la sua merce e si avventa sulla vittima. L’aggressione, non se ne rende conto il giovane senegalese, viene interamente filmata dalle telecamere di sicurezza disseminate per la vettura. La poveretta intanto, colta alla sprovvista, non riesce a reagire immediatamente.

Per questo motivo, soltanto dopo qualche minuto, tenta di svincolarsi dalla presa dell’uomo. Questi però, ovviamente per impedirne la fuga, getta a terra la giovane studentessa e, quando questa è ormai del tutto immobilizzata, abusa di lei. Consumato l’atto sessuale, il venditore ambulante lascia la sua vittima a terra, riprende la sua merce e tenta di fuggire dal treno.

La ragazza, per quanto visibilmente scossa, dimostra di possedere una certa lucidità mentale: cerca subito il capotreno per denunciare quanto accaduto in quella carrozza. Questi, raccolta la testimonianza della studentessa, decide di allertare immediatamente la polizia ferroviaria.

Quando il treno sosta nei pressi di Pisa, il cittadino senegalese crede ormai di essere sfuggito ai controlli. Sui binari adocchia però un certo numero di agenti in divisa: pensa quindi, magari solo per precauzione, di chiudersi nel bagno del treno. I poliziotti però non si sono lasciati intimorire da questo espediente ed hanno arrestato lo stupratore, oggi tradotto al carcere di Pisa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here