Tennessee: arabo massacra 4 marines, interviene FBI

marines attentato arabo fbi
photo by Cpl. Laura Gauna/Released)

Un cittadino di origini arabe e residente nel Tennessee ha assaltato due centri di addestramento militare riservati ai marines. Qui, imbracciata un’arma da fuoco, ha sparato su quattro reclute uccidendole. A questo punto è salito sulla sua macchina e ha tentato di spostarsi verso un secondo campo militare. E’ così intervenuta la polizia che ha infine freddato l’attentatore.

Quest’ultimo, un ventiquattrenne, secondo le prime notizie trapelate dalla scena del delitto avrebbe agito da solo. Sulla vicenda è stata chiamata ad indagare l’FBI che non ha escluso la possibilità che l’uomo abbia agito ispirandosi all’Isis o ad altri gruppi terroristici più o meno conosciuti.

L’America è ovviamente scossa: Barack Obama in persona ha commentato il triste episodio ed il Pentagono ha dichiarato ufficialmente il decesso dei quattro soldati di cui sono state fornite anche le identità. Ciò che forse allarma ulteriormente gli americani è la possibilità che un uomo, spinto da precisi ideali politici e religiosi o da pura follia sia stato in grado non soltanto di avvicinarsi armato ad un campo militare ma, soprattutto, a mietere ben quattro vittime.

L’FBI ha già reso noto ai cittadini, anche grazie al puntuale intervento dei media, che le indagini sull’increscioso incidente proseguiranno sino a far luce su tutti gli aspetti della vicenda.

Intanto le TV ed i giornali locali riportano con una certa insistenza i messaggi di cordoglio che i membri del governo e gli alti gerarchi militari rivolgono senza sosta ai familiari dei quattro sfortunati soldati caduti sotto i colpi del misterioso cittadino arabo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here